Zincatura

Brocca Giuseppe

La galvanica al servizio dell'ambiente

La zincatura è un rivestimento di zinco metallo, ottenuto facendo passare una corrente elettrica in una cella contenente come elettrolito (bagno) una soluzione acida di sali di zinco.

Sulla Zincatura elettrolitica è possibile avere i seguenti trattamenti:

  • Passivazioni con cromo esavalente (CrVI): Gialla (Tropical), Verde Militare, Verde Oliva e Nera al nitrato d'argento;
  • Passivazioni con cromo trivalente (CrIII): Bianca, Bianca ad alta resistenza (Tipo IV) e Nera (Tipo VIIS);
  • Applicazioni di vari prodotti atti ad aumentare la resistenza alla corrosione o a ridurre e mantenere costante gli attriti.

Grazie alla sua caratteristica elettrochimica, lo zinco è utilizzato come rivestimento protettivo su particolari in acciaio.

L'efficacia della protezione è garantita dalla minor elettropositività che lo zinco ha nei confronti del ferro, quindi si può parlare di protezione anodica del metallo base.

Il ferro da proteggere funge da catodo mentre lo zinco è l'anodo.
Sotto l'azione della corrente elettrica gli ioni di zinco si depositano al catodo, cioè sul ferro.
Simultaneamente all'anodo entrano in soluzione dei nuovi "ioni zinco" in maniera che ci sia sempre lo stesso numero di ioni zinco nella soluzione. L'anodo si consuma nel tempo e deve essere sostituito.

Al termine del processo di elettrodeposizione dello strato di zinco si esegue solitamente una passivazione dello stesso per incrementarne le caratteristiche di resistenza e conferirgli la colorazione richiesta.